La razza camosciata delle Alpi

camosciataLa capra Camosciata delle Alpi prende il suo nome dalla somiglianza tra il suo mantello e quello del camoscio. La razza è originaria della Svizzera. Gli allevamenti di capre Camosciate delle Alpi in Italia sono prevalentemente presenti nell’area dell’arco alpino, in modo particolare in Trentino e in Piemonte. Si tratta di una razza dall’alimentazione molto frugale, in grado di adattarsi a situazioni diverse e difficili: il suo habitat ideale è il pascolo, anche magro, di alta quota.

Di taglia medio-grande, agile e snella, ma anche molto robusta e docile, ha lunghe corna rivolte all’indietro, che la fanno assomigliare a uno stambecco.

È caratterizzata da un mantello fulvo a pelo corto, con sfumature di varie tonalità più o meno scure. I maschi presentano una barba e un ciuffo di peli più lunghi tra le corna. Le estremità degli arti sono nere, come la caratteristica maschera facciale.

È un’ottima produttrice, con produzione media per lattazione di circa 400 litri di latte.

I commenti sono chiusi.