Elettori temporaneamente residenti all’estero

Scheda: La legge 6 maggio 2015, n. 52, di riforma del sistema di elezione della Camera dei deputati, ha introdotto modifiche alla disciplina del voto nella circoscrizione Estero per le elezioni politiche e per i referendum di cui articoli 75 e 138 della Costituzione, prevedendo il voto per corrispondenza degli elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei loro familiari conviventi. Pertanto, in occasione del referendum Costituzionale, indetto per il giorno 4 dicembre 2016, gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’Estero per un periodo di almeno tre mesi, nonché i familiari con loro conviventi, posso esprimere il voto per corrispondenza. L’opzione per il voto per corrispondenza, in considerazione dell’esigenza di garantire l’esercizio del diritto di voto costituzionalmente tutelato, dovrà pervenire entro il trentaduesimo giorno antecedente la votazione e quindi entro il 2 NOVEMBRE 2016, tramite posta, fax, posta elettronica anche non certificata.
Ufficio di competenza:ANAGRAFE - ELETTORALE - STATO CIVILE
Allegati: Avviso voto cittadini temporaneamente all'estero
modulo opzione voto cittadini temporaneamente